Cibo biologico, come si sceglie

vini sud italia

Sempre più italiani mettono nel carrello almeno un alimento biologico di quando in quando. Gli italiani che invece scelgono il biologico come alimentazione costante sono attualmente 1 su 3. Perché? Perché gli alimenti biologici sono decisamente più sani, sono più nutrienti e, soprattutto, se sono davvero biologici, sono privi di residui chimici che vengono utilizzati come concimi o antiparassitari. E sono sempre di più anche i coltivatori che preferiscono non utilizzare pesticidi o concimi chimici, e che quindi sposano la filosofia del biologico, lo dice un’analisi condotta da Coldiretti.

Cibo biologico, cos’è veramente

Il cibo biologico non è solamente una frutta o una verdura prodotti senza l’utilizzo di prodotti chimici, ma è proprio una filosofia di vita, quindi del rapporto dell’uomo con l’ambiente, quindi dello specifico territorio e di chi ci vive. Il vero scopo dell’agricoltura biologica dunque, è quello di conservare e di valorizzare quelle che sono le risorse naturali. La verità però è solo una, i prodotti che vengono coltivati rispettandone i naturali tempi di maturazione e di crescita sono qualitativamente migliori. Ovviamente questo non è lo scopo primario dell’agricoltura biologica, tuttavia possiamo dire che si tratta di un bell’effetto “collaterale”.

Non solo, scegliere alimenti biologici significa anche scegliere di rispettare l’ambiente e far sì che non si degradi con rapidità come, invece, sta accadendo. Insomma, benefici per la nostra salute e benefici per l’ambiente. Ma come si sceglie il cibo biologico?

Come si sceglie il cibo biologico

Orientarsi nel mare magnum del biologico può non essere facile, anche perché non tutti producono prove concrete dell’eventuale coltura biologica dichiarata. Sono state sventate moltissime truffe, purtroppo, dove venditori che millantavano prodotti biologici avevano invece venduto frutta e verdura acquistata da terzi e di dubbia provenienza, con conservanti e coloranti.

Per essere certi di acquistare un prodotto biologico non ci resta che guardare le etichette, almeno se si fanno gli acquisti in un supermercato. Deve esserci il simbolo della foglia con le stelle dell’Unione Europea, deve essere scritto chiaramente che si tratta di un prodotto biologico. Anche i venditori locali a km zero devono sempre specificare da dove viene il prodotto, ma qui, purtroppo, avere delle certezze, a meno che non si conosca il venditore, è davvero difficile.

Affidarsi sempre a venditori conosciuti

Quando si compra il biologico è bene sempre affidarsi a istituzioni del settore, come la Coldiretti, per esempio. Ci sono tantissimi venditori in tutto il Paese che fanno parte della Coldiretti e che vendono solo prodotti biologici e non trattati. Attenzione però, una volta che si sceglie il biologico, si devono anche accompagnare i cibi con i migliori vini o champagne biologici, come quelli di Biochampagne Srls.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*