I vini dei vip: quando i personaggi famosi producono vino

Weine von Sting und Trudie Styler auf Tour | Das toskanische Weingut von Sting und Trudie Styler präsentiert seine Weine auf der ProWein 2017 in Düsseldorf. Im Fokus stehen die Weine „Sister Moon“ 2014, „When We Dance“ 2015, „Message in a Bottle“ (weiß) 2016 und „Message in a Bottle“ (rot) 2014. Weitere Präsentationen wird es in den Stationen der Sting „57th&9th“-Tour 2017 in Hamburg, Hannover, Stuttgart, München, Zürich, Basel, Brüssel und Paris geben. Styler und Sting reisten am ersten Messetag der ProWein persönlich nach Düsseldorf und stellten ihr Weingut „Il Palagio“ vor. Der Rockstar griff anlässlich eines Pressemeetings zur Gitarre und sang seine Welthits „Message in a Bottle“ und „Every breath you take“. In seiner unplugged Version von „Johnny B. Good“ erinnerte er an den gerade verstorbenen Chuck Berry.

La produzione di vino nel nostro Paese è molto diffusa, ed a volte anche i personaggi famosi vogliono metterci la faccia e dedicarsi a questa attività. Non solo in Italia, però: anche all’estero sono numerosi i vip che si dedicano alla produzione vinicola.

Certo, alcuni non ci sanno proprio fare, e sarebbe meglio che pensassero solo alla loro carriera nel mondo dello spettacolo. Altri, invece, sono delle piacevoli scoperte da provare e soprattutto da regalare facendo davvero una bella figura.

Uno dei precursori della tendenza è il cantante Sting, che ha acquistato una tenuta in Toscana dotata di ben trecento ettari di terra. Al momento dell’acquisto, nel 1999, tutto si trovava in uno stato di fatiscenza ed è stato necessario duro lavoro per ottenere i risultati sperati. Attualmente, con la sua azienda “il Palagio”, il cantante produce vini biologici e biodinamici.

Oltreoceano, i cantanti che si sono dedicati al vino dopo Sting sono davvero tanti, si passa da Madonna a Bob Dylan,  passando per Mick Huknall, frontman dei Simply Red. Tali nomi vanno ad affiancarsi a quelli dei cantanti italiani che hanno prodotto e producono tutt’ora vino, come Lucio Dalla o Zucchero Fornaciari, che ha acquistato circa dieci anni fa dei vigneti nel Monferrato ed ha prodotto solo tre varietà (un rosso, un bianco ed un rosè) da vitigni autonomi e venduti in edizione limitata.

Attualmente, tra le diverse produzioni “firmate” vi sono dei nomi di spicco, ed abbiamo deciso di illustrarvi due alternative da non perdere: una italiana ed una americana, per portare sulla propria tavola un vino imperdibile.

I vini di Albano Carrisi

Senza dubbio tra i più famosi vini prodotti da vip figurano i vini del cantante pugliese Albano Carrisi. Con la sua cantina nel cuore del Salento, Al bano, produce 10 linee di vini diversi, oltre che diversi prodotti come l’olio d’oliva e la grappa. Il pugliese ha dichiarato di essersi avvicinato alle vigne da piccolo, quando il padre lo portava con sé a togliere le erbacce.

Le uve utilizzate per la produzione vinicola di Al bano vengono controllate all’origine, e vengono colte appena giungono a maturazione. I vini proposti sono bianchi, rossi e rosè ed hanno un prezzo che varia da una decina d’euro a circa cinquanta.

La “grappa di luna” prodotta dall’azienda vinicola Carrisi, invece, è ottenuta da una doppia distillazione di uve Primitivo, ed ha un sentore di frutta fresca, con una gradazione alcolica di 40,00%.

Francis Ford Coppola Winery

Secondo gli esperti del settore vinicolo, uno dei vip produttori di vini che è riuscito maggiormente nel suo intento è Francis Ford Coppola. L’azienda, attualmente, ha preso il nome di “Rubicon Estate” in onore del vino fiore all’occhiello della produzione, il Rubicon.

L’azienda Coppola si occupa di tutte le fasi del vino, dalla coltivazione dei vigneti (alcuni sono originali del 1880) fino all’imbottigliamento del prodotto finito. I vini sono prodotti in California, negli Stati Uniti, e sono disponibili in diverse varietà tra bianchi e rossi, con un prezzo che varia tra i 20 ed i 30 euro, a seconda della bottiglia.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*